venerdì 6 aprile 2012

Mal di Sardegna...

Ho trascorso ormai 15 giorni fà, del tempo in Sardegna, per la precisione cinque giorni che possono essere tanti, ma quando poi devi ripartire ti rendi conto che in realtà il tempo è relativo e passa sempre troppo in fretta quando  stai bene.
Uscita dall'aeroporto già sentivo il profumo dell'aria che mi accoglieva, e sotto un cielo stellato che mi guardava già assaporavo i sapori di casa.
Giorni passati nella lentezza della vita di un piccolo paese in alta collina, circondato dal verde della macchia mediterranea e uno splendido panorama che, tutte le volte che lo guardo, mi lascia senza fiato, mi incanta e un pò forse mi rende malinconica.
Sono sopratutto queste le cose che mi mancano, a partire dai tramonti, dove il sole scompare tra le onde salate e scintillanti del golfo di Alghero alla passeggiata nella spiaggia di Poglina con l'aria fragrante che sa di salsedine.
 Purtroppo in questo periodo Pasquale non avrò la fortuna di stare a CASA, e godermi il riti della settimana santa. Le funzioni religiose sono così cariche di folklore che aldilà del fattore religioso, sono troppo belle anche solo da vedere.
 Il paese profuma di rosmarino e origano freschi dato dai mazzetti benedetti fatti all'interno delle confraternite, ed è tutto più greve, sommesso, silenzioso e spirituale.

Il rapporto che ho con la mia terra è profondo, ancestrale, un legame che non si scioglierà mai a prescindere da qualunque luogo in cui poi andrò a vivere...perchè si sa sempre dove si nasce... e io me lo ricordo tutti i giorni.
Love






2 commenti:

  1. Il tuo blog e le tue foto sono davvero incantevoli!
    Ero di passaggio ed ho pensato di scriverti qualcosa :)
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! sono stata assente per un pò di mesi, spero di ricevere altre ute visite! luisa

      Elimina